Articoli

Alterazioni del mantello: gene red o chestnut factor e macchie bianche

DOCUMENTI
COLLEGATI
DI SILVIA RAVANELLI, CHIARA COLLINI IN COLLABORAZIONE CON ASSOCIAZIONE FRESIAN HORSE
Il frisone, come molti sanno, deve essere nero, se chiediamo infatti ad una delegazione di giudici o a degli allevatori che mantello ha il frisone la risposta sarà una, sola ed inequivocabile: NERO. Il nero del manto ha diverse tonalità, questa tonalità viene segnata anche nel linear score di ogni singolo cavallo, va dal JET BLACK, ovvero quel nero corvino intenso, al FADED BLACK, ovvero un nero più “stinto”. Tutte le tonalità di nero sono ammesse, ma dev’essere nero. In quest' articolo analizziamo le “alterazioni” che possono occorrere nel mantello del frisone, vale a dire manto sauro e macchie bianche
Non si confonda però un frisone Red con un frisone dal normale manto nero, schiarito al sole estivo (Sun Bleached). 
Il manto sauro è proprio un’alterazione del codice genetico di entrambi i genitori, pur essendo il sauro recessivo, l’incrocio di questi geni può portare a sviluppare un manto non morello
.


Red or chestnut factor (fonte Associazione Friesian Horse)
Prima del XX secolo, il mantello del frisone poteva essere di vari colori ma ad un certo punto la KFPS ha deciso di limitare il mantello ammesso al nero. Esistono di fatto dei frisoni sauri/bai che sono il risultato dell’incrocio di cavalli portatori del gene recessivo, denominato in inglese red or chestnut factor. Spesso, sempre in inglese, ci si riferisce a questi cavalli come Chestnut Friesians oppure Fox/Foxy Friesians. Dal 1990 la KFPS ha incluso tra i test genetici a cui vengono sottoposti gli stalloni candidati all’approvazione come riproduttori, anche il test per l’individuazione di questo fattore che comporta l’esclusione dello stallone. Questa selezione ha permesso di ridurre negli anni l’incidenza di questo fattore dalla popolazione di frisoni. I seguenti stalloni sono riconosciuti come portatori del fattore sauro/baio:

Freark 218,
Ijsbrand 238
Laes 278
Diedert 288
Jillis 301
Wicher 334
Atse 342
Abe 346

L’incrocio di una fattrice portatrice di questo gene recessivo, quindi con mantello morello, con uno degli stalloni approvati sopra indicati, oppure di un loro figlio non approvato ma portatore comunque del gene, può risultare nella nascita di un puledro sauro/baio. Infatti il carattere dominante è comunque il nero (E), mentre quello sauro/baio (e) è recessivo quindi ciascun frisone morello può essere EE oppure Ee (portatore del fattore in questione). Di conseguenza, incrociando una fattrice Ee con uno stallone Ee è possibile, ma non automatico, che nasca un puledro sauro/baio (ee). La Kfps registra i puledri ee in quanto i due genitori sono approvati e registrati ma da un punto di vista commerciale, non hanno ovviamente molto mercato e rimangono nel veulenboek, ovvero non possono aspirare a passare nello stamboek, ottenere la ster etc.

Macchie bianche:
Le macchie bianche non sono ammesse, eccetto pochi peli o una piccola stella in fronte, diametro massimo 3,2 cm. Sul documento del cavallo viene riportata questa particolarità, sotto la voce Kleur Zwart (colore nero) c’è la scritta AFTEKENING TOEGESTAND (macchie bianche ammesse) e qui, nel caso di peli bianchi in fronte ci sarà la scritta KOLLETJE. Se troveremo la scritta GEEN vuol dire che il cavallo che stiamo analizzando non presenta macchie bianche.
Nel caso di altre macchie bianche, su altre parti del corpo e quindi non ammesse, esse verranno segnalate sotto la voce AFTEKENING NIET TOEGESTAND.
Non sono ammesse quindi balzane (nemmeno accennate), liste o macchie grosse in faccia e spot bianchi sul corpo.

Frisone Albino
Non vi sono testimonianze di frisoni albini ad oggi (per albino si intende quel cavallo caratterizzato dal manto candido, pelle e mucose rosa, occhi chiari), tuttavia navigando in internet si incontrano le foto di NERO, uno stallone dal manto grigio oggi 14/15 enne, nato da diversi incroci.
NERO ci impressiona non solo per il suo colore, ma anche per le sue andature spettacolari e la sua morfologia perfettamente simile al frisone.
Nero ha quindi ¾ di sangue frisone e ¼ si sangue arabo.


Nell’allevamento si cerca di evitare maggiormente la trasmissibilità di altri fattori, più importanti della macchia bianca
o del gene red (che sono consentite dal regolamento KFPS), in quanto riguardano direttamente la salute e la vita del puledro che nascerà.
Si parla in questi casi di:
- sangue Wessel vrij (da cui nascono non solo le macchie bianche ma anche la “waterhoofd” (cioè l’idrocefalo)
- dwerggroei (cioè il nanismo)

Il primo Frisoraduno

Il primo Frisoraduno
DI SIMONETTA TALAMI
Eccoci pronti al keuring italiano, tra qualche giorno al via! Un appuntamento immancabile per chi ama questa razza, e come potevamo mancare noi frisobookiani? Così Alessandra trascinatrice di folle, ci ha organizzato un bel Frisoraduno! il primo, ci auguriamo, di molti. Potremmo così stare un po' assieme, conoscerci e condividere un'esperienza che lascierà un bellissimo ricordo! Peccato per i grandi assenti: Chiara Tulipana Collini con il compagno Harm Jan...

Discussioni degli utenti

visualizza tutte le discussioni
DOCUMENTI
Creato il 29 ottobre 2018 alle ore 21:54:10
1 commenti. - Ultimo commento di Simonetta Talami
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 09:35:00
UTILIZZO FRISONI
Creato il 25 ottobre 2018 alle ore 12:05:54
2 commenti. - Ultimo commento di Roberta Inama - Il Corsiero Italiano
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 11:07:56
PROBLEMA DERMATITE
Creato il 01 dicembre 2017 alle ore 15:48:55
OFFRO FIDA COMPLETA FRISONE FEMMINA, 11 ANNI, BUONA
Creato il 21 settembre 2017 alle ore 21:48:53
CONSIGLI PER MONTARE
Creato il 10 settembre 2017 alle ore 12:29:52
CERCO FRISONE
Creato il 25 giugno 2017 alle ore 16:59:28