Articoli

Incontriamo Gonny Zwaagman

DI MARCO ORLANDINI
Oggi 18 febbraio vogliamo pubblicare questa intervista a Gonny Zwaagman dell’allevamento Stal de Oergong. Omaggio al grande Tsjitse 387 nel giorno del suo compleanno! Auguri Tsjitse!

Buongiorno Gonny,
avremmo qualche domanda su Tsjitse 387 per te!
Frisobook: La tua Paike è la madre, Ster Preferent puoi dirci qualcosa di lei e come hai capito che Brandus sarebbe potuto essere le stallone giusto.
Gonny: Prima guardo bene la fattrice, individuo le sue caratteristiche principali e cerco di capire cosa si possa migliorare nel suo puledro futuro. Quindi individuo lo stallone che meglio può esaltare certe caratteristiche e limarne delle altre.

F: La nascita è sempre un momento speciale, dovuto anche al clima di attesa. Abbiamo notato che quando si avvina il momento, applicate alle vostre fattrici una speciale cinghia e le monitorate con le telecamere. Ti ricordi il momento in cui Tsjitse è nato?
G: certo , non dimenticherò mai quegli istanti, erano le 23.30 l’allarme suonò e siamo corsi subito da Paike e lui era già nato, il mio deckstallion! Era il 18 febbraio del 1998.

F: puoi spiegarmi meglio le caratteristiche che hai osservato in Paike?
G: proverò a spiegare. Paike ha una schiena molto lunga, ma le gambe non troppo, inoltre sia il crine che la coda potrebbero essere più lunghe. Brandus invece ha la schiena corta, molto crine e coda, e movimenti possenti. Abbiamo pensato che Brandus sarebbe stato una buona scelta per Paike. E lo fu. Ma ora usiamo altri stalloni per la riproduzione. Cerchiamo sempre di migliorare la razza. Per questo stesso motivo usiamo Tsjitse per Ancke. Schiena lunga Ancke, schiema corta Tsjitse e così abbiamo ottenuto molti buoni puledri tra cui Neke van de Oergong. Per noi la regola è: prima si osserva la fattrice, poi scegli lo stallone che pensi possa essere il migliore, a questo punto esaminiamo la linea del sangue, poiché i frisoni sono tutti parenti, quindi cerchiamo di avere un coefficiente di consanguineità inferiore al 5 %.

F: ti sei accorta subito che il puledro sarebbe potuto diventare uno stallone approvato?
G: No, è stato un sogno per 3 anni, e soprattutto noi abbiamo creduto molto in Tsjitse. Era bellissimo con ottimi movimenti.

F: Quanti anni aveva al suo primo keuring?
G: E’ nato nel 1998, ed è stato approvato alla monta nel 2001, 3 anni.

F: quanti keuring e quanti test ha dovuto superare prima di essere approvato.
G: Primo di tutto 2 test ad Ermelo, così come ha fatto Tiesto, di seguito è stato invitato a partecipare al Central keuring di Leeuwarden. Di seguito altri tre turni a Leeuwarden, e se tutto è ok, si prosegue al test finale dei 70 giorni ad Ermelo, dopo di ciò pochi fortunati vengono approvati.

F: cosa mi dici dei test medici?
G: Prima che gli stalloni vadano a Leeuwarden si eseguono i raggi X alle gambe, per confermare che non ci sono problemi, anche le analisi del seme devono confermare che non ci sono problemi. Noi però preferiamo fare questi test prima di Ermelo.

F: 70 giorni significano che il keuring dura 70 giorni?
G: Si, quello di Ermelo

F: Ma occorre la presenza del proprietario durante tutto il tempo?
G: No, non è necessario, anzi non è possible, si viene invitati per massimo tre volte nell’arco dei 70 giorni. Temono che si possano drogare gli animali, pertanto è vietato l’accesso alle stalle per i proprietari.

F: Cosa significa avere un Re nella propria stalla, quali sono le sue esigenze e come ti senti tu?
G: Ero così felice e così orgogliosa di lui!

F: Un Re ha bisogno di tante attenzioni. Ti ha impegnato molto, e con quali mansioni?
G: Certamente, è necessario dargli visibilità, montandolo a regola d’arte, portandolo ad esibizioni ecc..

F: Tjitse oggi?
G: vive in uno splendido allevamento in sud Africa, e copre le fattrici.

F: beh, una bella vita
G: Assolutamente si! ;-)

F: E’ un ragazzo fortunato
G: Lo e’!

Grazie Gonny per il tuo tempo! Completiamo la tua intervista con alcune foto del tuo bellissimo Tsjtse.
 

Tipologie d'attacchi

Tipologie d'attacchi
DI E.G.
Gli attacchi possono essere singoli o multipli. Nel singolo il cavallo sarà “legato alla carrozza dalle stanghe mediante i bracciali portastanghe del sellino e dalle tirelle, mentre negli attacchi multipli i cavalli son legati alla carrozza al timone mediante la giungola e dalle tirelle che si legano direttamente si bilancini della carrozza. In Ungheria l'attacco singolo avviene con timone ponendo il cavallo alla sinistra del timone ed il cocchiere è seduto alla...

Ultimi commenti

Discussioni degli utenti

Ultime foto inserite