Articoli

Neke, molto piu' di una ster...

  • play
  • Neke e Willem play
DI CHIARA COLLINI
Le nostre esperienze proposte a puntate, percorsi di vita con il nostro frisone, alcune tappe già passate altre ancora da raggiungere. Episodi che possono essere comuni a molti lettori e auguriamo utili per qualche caso analogo. Invitiamo tutti i lettori di FrisoBook a segnalare una propria e significativa vicenda. info@frisobook.it
Ecco la prima puntata della storia di Neke v/d Oergong di Chiara Collini.


Avevo da poco detto “ciao” a Rubens, lo stallone frisone di 4 anni che avevo in mezza fida, perche’ la proprietaria aveva deciso di venderlo...
Di tempo ne avevo, non dovendo piu’ “pensare a Rubens”, cosi’un giorno, mi misi per gioco a scrivere e inviare mail per avere prezzi e informazioni riguardo a cavalli frisoni (“tanto” mi dicevo “chissa’ quando mai riusciro’ ad averlo un cavallo tutto mio”).
Tra le tante mail inviate, ne parti’ una indirizzata a Valentina,una conoscente, nonche’ proprietaria di due frisoni che acquisto’ in Olanda. Ricordo che le dissi esplicitamente che volevo “un cavallo per passeggiate, barocco, col collo grosso e domato. Preferibilmente uno stallone perche’ le femmine, benche’ fossero belle, non avevano lo stesso portamento. E lo stallone aveva il collo piu’ grosso.”

Ricevetti, nei giorni successivi, varie mail da parte dei commercianti contattati, i quali mi mandarono svariate fotografie dei diversi cavalli proposti; ma nessuno di questi “era lui”.
Qualche giorno dopo ancora, Valentina mi telefono’.

La tempestai di domande e lei mi disse, tra le altre cose, di non dubitare perche’ “anche le femmine barocche, se sono belle piazzate, il collo lo hanno molto bello anche loro...”. Mi disse che era in contatto con questo allevamento della Frisia, una provincia dell’Olanda, che provava a contattare gli allevatori e mi faceva sapere.

I giorni passavano e io continuavo a guardare e riguardare le fotografie che ricevetti, cercavo di convincermi che uno di quei cavalli fosse quello giusto.
Poi Valentina mi rispose.

Mi disse che l’allevamento aveva in vendita una femmina di 3 anni e mezzo, alta 1.60 m, domata, brava di carattere. Il suo nome era Neke. Gia’ il nome mi piaceva... semplice, pulito, bello.
Mi allego’ due fotografie; un primo piano e una foto a figura intera.

Letteralmente me ne innamorai.
La prima cosa che mi colpi’ di lei furono le gambe. Bellissime, forti.
E poi quell’ espressione, la SUA espressione.

Scaricai la fotografia e la misi sul cellulare..
inutile dire che la guardavo 25 ore su 24!

Insomma... detto fatto, in men che non si dica, abbandonai Valentina, tramite lei conobbi Gonny e diventai la proprietaria di Neke!

Robe da matti...

A dicembre 2007, mercoledi’ 19 per l’esattezza, alle 16.30, mi trovavo al casello dell’autostrada a fare strada al camion che stava portando da me Neke.
Quando scese, tremavo come una foglia, emozionatissima, il cuore batteva forte. Non dissi una parola. La misi nel suo nuovo box e mi fermai a guardarla. Era BELLISSIMA. Scrissi a Gonny, come promesso. Stava bene e la ringraziai di avermi aiutato a realizzare il mio sogno.

Da li’ inizio’ la nostra grande avventura... Neke e’ un cavalla dolce, estremamente socievole con gli altri cavalli; buona, molto buona con le persone... ma prima di fidarsi al 100%, deve essere certa di essere al sicuro con esse... Ho capito questo grazie alle ripetute cadute che ho fatto montandola. Evidentemente, non le trasmettevo sicurezza; e da me scappava.
Per cui, dopo l’ultima caduta a dicembre 2008, ci siamo impegnate diversamente.
Con l’aiuto e i consigli di Gonny, Andre e Harm-Jan (il figlio di Andre che nel frattempo e’ diventato il mio ragazzo) abbiamo intrapreso la strada del “keuring”...
Ci siamo impegnate, io e lei insieme, con un allenamento e un’alimentazione precisi e costanti per un paio di mesi almeno. 3 volte a settimana, solo alla longia, dai 20 ai 30 minuti totali.
Alla fine eravamo stanche, stremate.

Il 10 ottobre 2009, pero’, e’ stato il NOSTRO momento.
Neke ha partecipato al keuring italiano tenutosi a Lugo di Ravenna.
E a dispetto di tutti, tanti, quelli che ci dicevano che facevamo le cose sbagliate, che l’allenamento non era corretto e l’alimentazione pure, Neke e’ stata eletta fattrice ster con 2* premio e campionessa del giorno.
La mia felicita’ era indescrivibile perche’ ce l’avevamo fatta! Io e lei insieme!

Successivamente, presi la decisione di trasferirmi in Olanda. Le cose con Harm-Jan andavano (e vanno tutt’ora) bene, per cui Neke fece ritorno nella terra nativa e io la seguii poco tempo dopo.

Da circa un anno siamo qui, insieme.

A marzo mi baleno’ l’idea di farla ingravidare... e cosi’ fu’.
Decisi per Maurus 441... mi e’ stato insegnato (anche se ho molto da imparare ancora) che lo stallone deve, bene o male, compensare e completare le carenze della femmina... Neke e’ carente al trotto nell’elevazione degli anteriori. Maurus 441, in questo fa paura!
Anche Andre e Gonny pensavano che lui fosse quello giusto...pertanto, la decisone rimase ferma su di lui.

Sono serviti tre tentativi perche’ “andasse a segno” ma, dopo l’ultima inseminazione, osservandola, l’avevo capito subito che era incinta... aveva comportamenti strani... faceva cose “non da lei”: dormiva e si coricava spesso anche di giorno...cosa che solitamente non fa.

Difatti, la risposta della veterinaria fu “gravida... di due gemelli”
(Uno dei due e’stato immediatamente asportato, in quanto, possono esserci complicazioni durante la gravidanza o durante il parto. E nel caso di nascita di entrambi, uno potrebbe essere molto fragile o addirittura non farcela).
Diana, la veterinaria, disse che ora c’erano da aspettare i fatidici 18 giorni e poi rifare l’eco per vedere che l’embrione non avesse, nel frattempo, seguito il fratellino asportato.

L’ansia era indescrivibile... non volevo che subisse stress di nessun tipo... anche se credo che il mio fare in modo che nulla accadesse, forse, era gia’ di’per se’ uno stress...

I 18 giorni passarono e la conferma arrivo’...
Esito: gravida!
SI: diventero’ nonna!!!
Ora e’ al settimo mese, la gravidanza procede bene, lei e’ sempre piu grossa e sta anche diventando molto protettiva... e proprio ieri ho visto e sentito con mano il puledro calciare...
Gonny dice sara’ una femmina... era molto impegnata a “ballare” nella pancia della mamma...
Se penso che e’ iniziato tutto per gioco, quasi non ci credo...
La mia Neke, la mia ster... anzi, molto piu’di una semplice ster...
 

Ho visto cose che voi umani...

Ho visto cose che voi umani...
DI ALICE F.
Io avevo in testa quel pegaso. Il cavallo bianco latte, di razza scognita ma intelligenza vivace, con le ali di piume e seta appiccicate alle spalle che volteggiava libero nella grande arena gremita di spettatori, un faro azzurro puntato su di lui ed il padrone biancovestito che gli volteggiava attorno. Avevo in testa l'uomo che tendeva le mani al cavallo libero e camminava all'indietro... con il cavallo che, bloccata la testa in posizione di grande concentrazione, gli veniva...

Ultimi commenti

Discussioni degli utenti

Ultime foto inserite